Regioni

Cnr-Regione Marche: a Falconara voli test con esito positivo

 

 

Presso l’aeroporto di Ancona-Falconara, il Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) ha appena concluso, con esito positivo, una serie di voli con test finalizzati alla valutazione di sistemi innovativi di acquisizione dati, telemetria e trasmissione in tempo reale a terra.

L’iniziativa rientra nell’accordo quadro stipulato tra la Regione Marche e il Cnr, a luglio 2023, che promuove la collaborazione scientifica e tecnologica tra le due istituzioni, favorendo lo sviluppo e l’innovazione nel settore aerospaziale.

Tali attività si inseriscono in progettualità strategiche per l’accesso allo spazio, con l’obiettivo di sviluppare lanciatori avioportati (aviolancio) per la messa in orbita di piccoli satelliti; i test sono di fondamentale importanza sia per il monitoraggio in tempo reale delle condizioni operative di sistemi avioportati che per lo sviluppo del segmento di terra attualmente in fase di realizzazione.

L’ambiente operativo dei test è stato caratterizzato da profili di volo che replicano le condizioni operative delle missioni di aviolancio, ottenibili esclusivamente tramite velivoli ad alte prestazioni come quello utilizzato, un velivolo a getto capace di raggiungere e mantenere velocità e altitudini elevate, replicando i profili di volo che saranno sperimentati durante le missioni reali. I test per valutare le prestazioni e l’affidabilità dei sistemi esaminati sono stati condotti dagli esperti del Cnr Lucia Paciucci (Cnr-Istituto sull’inquinamento atmosferico) e Pantaleone Carlucci (Cnr-Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima).

La telemetria è un aspetto critico di questi esperimenti che permettono il monitoraggio in tempo reale di vari parametri operativi del velivolo, tra cui altitudine, velocità, assetto e stress strutturale. I dati telemetrici sono trasmessi tramite un sistema di comunicazione innovativo. La trasmissione in tempo reale è essenziale per fornire feedback immediato agli operatori di terra, consentendo l’analisi immediata delle performance del sistema e l’identificazione di eventuali anomalie durante il volo.

Altro elemento chiave dei test ha riguardato le prime fasi di sviluppo di una ground station portatile e versatile che sarà progettata per essere a basso costo e facilmente trasportabile, con la capacità di operare su diverse frequenze per adattarsi ai regolamenti specifici di diverse nazioni ed Enti autorizzativi. Il sistema include antenne ad alto guadagno e ricevitori multibanda, permettendo una ricezione affidabile dei dati telemetrici anche in condizioni di volo ad alta velocità e altitudine. L’obiettivo è assicurare che l’intero sistema di acquisizione e trasmissione dati possa operare in modo efficiente in vari scenari di test, contribuendo alla realizzazione delle future missioni spaziali sempre più ambiziose.

Oggi è stato dato avvio a quanto previsto dall’accordo Regione Marche – Cnr, incentivando lo sviluppo di attività ad alto contenuto innovativo presso infrastrutture nazionali. Il successo di questi voli dimostra la capacità del Cnr di sviluppare tecnologie innovative nel campo dell’ingegneria aerospaziale e sottolinea il ruolo di primo piano dell’Italia nel panorama internazionale della ricerca spaziale. In futuro, i test si estenderanno dai sistemi di acquisizione e trasmissione dati operativi e telemetria a quelli avionici, di guida, navigazione e controllo, simulando il funzionamento del lanciatore finale e tutte le possibili failure di sistema. Queste attività sono fondamentali per garantire la sicurezza degli operatori e delle tecnologie sviluppate, contribuendo alla realizzazione di progetti e missioni spaziali sempre più ambiziosi ed efficienti.

Related posts

Da Regione Liguria finanziamenti per interventi su beni immobili confiscati alla criminalità organizzata

Redazione Ore 12

  Fondazione Gran Sasso Tech, Marsilio: “L’Aquila città dell’innovazione e della ricerca scientifica”

Redazione Ore 12

Riserva di Biosfera MAB Appennino: Manifesto per il Paesaggio del Parmigiano Reggiano di Montagna, sottoscritto il 31 luglio

Redazione Ore 12