Primo piano

Borrell (Ue) condanna l’uccisione di famiglie nella scuola di Khan Yunis

 

L’alto rappresentante dell’Ue per gli Affari esteri e la Politica di sicurezza Josep Borrell (nella foto) condanna quanto accaduto ieri nel sud della Striscia di Gaza affermando che “una scuola che ospitava famiglie a Khan Yunis è stata bombardata dalle Idf, con decine di persone uccise”. “Per quanto tempo i civili innocenti sopporteranno il peso di questo conflitto?”, chiede Borrell in un post sul suo account X. “Condanniamo qualsiasi violazione del diritto internazionale: i responsabili devono rispondere delle loro azioni – continua il funzionario Ue -. È imperativo raggiungere immediatamente un cessate il fuoco per dare tregua a centinaia di civili bloccati, liberare tutti gli ostaggi e consegnare gli aiuti umanitari necessari”. Ferma condanna arriva anche dalla Turchia: “Condanniamo il massacro di dozzine di civili innocenti da parte di Israele in una scuola dove palestinesi si stavano rifugiando a Khan Yunis, a Gaza”. Lo afferma il ministero degli Esteri turco in un comunicato. “Le fosse comuni scoperte a Khan Yunis e il fatto che quattro scuole siano state colpite negli ultimi quattro giorni sono prove che l’obiettivo di Israele è il totale annientamento del popolo palestinese”, prosegue la nota. Secondo Ankara, “questi attacchi hanno anche mostrato che il governo di (Benjamin) Netanyahu punta a sabotare i negoziati per il cessate il fuoco”.

aggiornamento crisi mediorientale ore 13.26

Related posts

Assosementi: “Danni ingenti per un settore strategico per il sistema agro-alimentare italiano”

Redazione Ore 12

In migliaia per l’omaggio al Papa teologo Benedetto XVI

Redazione Ore 12

La Guardia di Finanza a tutela del Pecorino Fiore Sardo Dop

Redazione Ore 12