Politica

Conte: “Accordi ovunque possibili, ma ora la priorità è l’Abruzzo”

 

“Un accordo con il Pd anche in Basilicata, Piemonte e a livello nazionale? Ci stiamo lavorando, noi cercheremo di favorire gli accordi ovunque possibile. Ma adesso più che di Piemonte e Basilicata parliamo di Abruzzo, perché è la competizione elettorale più imminente e dobbiamo concentrarci con tutto il nostro impegno e la nostra credibilità”. Lo ha detto il presidente del M5S, Giuseppe Conte, arrivando al convegno ‘Lavoro povero e sostegni alla povertà – Legge sul salario minimo e reddito di cittadinanza’ organizzato dal Movimento Cinque Stelle a Palazzo Giustiniani. Quanto alle alleanze da registrare l’ennesima presa di posizione di Carlo Calenda: “Cambiare idea su Conte? Ma quando mai. Penso che Conte sia un populista, che sia stato un pessimo presidente del Consiglio e non condivido le sue idee. Non ho mai detto che faremo parte di nessun campo largo”. Così in una intervista al Corriere della Sera.  “Non continueremo a sostenere candidati terzi. Dopo sei elezioni regionali c’è una lezione che va imparata: il sistema elettorale a un turno unico non consente una candidatura terza. Sosteniamo D’Amico in Abruzzo esattamente come facciamo con Occhiuto, in Calabria, che è un bravo governatore liberale, moderato, europeista. Questo è il criterio su cui decidiamo e decideremo: competenza, onestà e valori democratici. Basta candidature di testimonianza”, prosegue Calenda, che replicando a Conte per il quale Azione non sostiene D’Amico dice: “Ha detto l’ennesima fesseria. Azione è lì con la propria lista così come Italia viva”.

“Se il Pd continua a farsi dettare le condizioni dal M5S, Conte se lo mangerà. Se viceversa avrà la forza di trovare candidati riformisti e seri noi ci saremo”, conclude Calenda.

aggiornamento elezioni europee ed amministrative ore 15.43

Related posts

Tensioni Meloni-Salvini, la Lega smentisce anche l’ipotesi di un appoggio esterno al futuro Governo

Redazione Ore 12

Over 75, pensioni minime a 600 euro

Redazione Ore 12

Donne, rappresentazione e linguaggio al centro di un convegno in Fnsi. «La parità di genere? Un miraggio»

Redazione Ore 12