Esteri

Danimarca, aggredita in strada a Copenaghen la Premier Frederiksen

La campagna elettorale per le europee si chiude con un grave episodio di violenza ai danni della premier danese Mette Frederiksen, presa a pugni per strada a Copenaghen. Ad aggredirla un uomo, la cui identità non è stata ancora resa nota, subito arrestato. L’attacco è l’ultimo di una serie di violenze politiche, la più grave quella del 15 maggio contro il premier slovacco Robert Fico, che ha lottato tra la vita e la morte dopo essere stato raggiunto da vari colpi di arma da fuoco. L’aggressione è avvenuta nella piazza del mercato Kultorvet al termine di una giornata nella quale la premier aveva anche sostenuto la candidata socialdemocratica all’Ue Christel Schaldemose. La premier, 46 anni, è alla guida del partito socialdemocratico danese e alla testa di una coalizione di centrosinistra dal giugno del 2019. “Sono scioccata”, sono state le sue prima parole mentre la polizia sta ancora indagando sulla matrice dell’attacco.

Magdalena Andersson, leader di partito del Partito Socialdemocratico dei Lavoratori di Svezia, ha dichiarato: “Che un capo di governo venga attaccato due giorni prima delle elezioni è un attacco alla nostra società aperta e libera“.  Questo il commento del primo ministro svedese, Ulf Kristersson: “Un attacco a un leader democraticamente eletto è anche un attacco alla nostra democrazia. Stasera i miei pensieri e quelli della famiglia sono con lei”.

Solidarietà e vicinanza anche da Giorgia Meloni: “Sono turbata dalla notizia dell’aggressione al Primo Ministro danese Mette Frederiksen. Un intollerabile atto di violenza che rappresenta un attacco al cuore dei valori democratici. Alla collega Mette tutta la mia solidarietà”.

“Condanno questo atto spregevole che va contro tutto ciò in cui crediamo e per cui combattiamo in Europa”: così la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, sull’aggressione subita a Copenhagen dalla prima ministra della Danimarca, Mette Frederiksen. In un messaggio sul social network X, Von der Leyen ha aggiunto: “Ti auguro forza e coraggio, so che ne hai in abbondanza”.   Il primo ministro della Finlandia, Petteri Orpo, su X ha scritto: “Profondamente scioccato dall’aggressione alla mia collega e amica Mette Frederiksen a Copenaghen. Condanno fermamente qualsiasi forma di violenza contro i leader democraticamente eletti nelle nostre società libere. I miei pensieri sono con te e ti auguro forza in questo momento difficile”.

Related posts

Crisi del Niger, Presidente Nigeria: “La diplomazia è la migliore via da seguire”

Redazione Ore 12

Sud Sudan le speranze e i consigli di Papa Francesco a dieci anni dall’Indipendenza

Redazione Ore 12

Xi Jinping in Serbia e Ungheria rafforza l’autonomia internazionale dei due paesi

Redazione Ore 12