Primo piano

Gaza, Israele si ritira dall’ospedale distrutto di Shifa. Cadaveri ovunque

Il quotidiano israeliano  Haaretzha scritto ieri primo aprile  che Israele ha creato delle “kill zone” a Gaza. Chiunque provi ad attraversarle viene colpito. L’esercito israeliano afferma che dall’inizio della guerra sono stati uccisi 9.000 “terroristi”. Funzionari della difesa e soldati, tuttavia riferiscono  al quotidiano che si tratta spesso di civili che hanno superato una linea invisibile tracciata dall’esercito israeliano

 Il ministero della Sanità di Gaza riferisce  che l’esercito israeliano ha ritirato carri armati e veicoli blindati dall’ospedale Shifa rimasto circondato e occupato dai militari per due settimane..  

“Decine di corpi, alcuni dei quali in decomposizione, sono stati recuperati all’interno e nei dintorni del complesso medico”, afferma il ministero della sanità della Striscia in un comunicato. L’esercito israeliano ha aggiunto “si è ritirato dopo aver bruciato vari edifici dell’ospedale e averlo messo completamente fuori servizio. La portata della distruzione all’interno del complesso e degli edifici circostanti è molto grande”.

Un medico ha riferito che sono stati recuperati più di 20 corpi e  alcuni schiacciati dai veicoli in ritirata. Ieri 31 marzo il direttore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, aveva detto che 21 pazienti dello Shifa sono stati uccisi, 107 rimangono in ospedale, tra cui quattro bambini.

Ghebreyesus, ha riferito anche che un attacco aereo israeliano ieri ha colpito “una tendopoli”all’interno del complesso dell’ospedale di al-Aqsa di Deir Al Balah uccidendo quattro persone e ferendone 17. Israele sostiene invece di aver“colpito un centro di comando operativo del Jihad islamica”.

Con centinaia di migliaia di abitanti di Gaza sfollati a causa della guerra, centinaia di famiglie avevano cercato rifugio nel cortile e dentro l’ospedale Shifa prima dell’attacco cominciato il 18 marzo  descritto da Israele come un’operazione “mirata”contro militanti di Hamas e Jihad che “avevano stabilito una loro base operativa nello Shifa”.

Almeno 200 di questi, secondo il portavoce militare israeliano, sarebbero stati uccisi, altre centinaia arrestati. Anche ieri si sono registrati attacchi aerei con vittime in varie zone di Gaza, mentre i combattimenti infuriano in diversi punti critici a sud come a nord del territorio.

Balthazar 

Nella foto l’ospedale di Shifa prima dell’operazione militare israeliane che lo ha praticamente raso al suolo

Related posts

Uno studente su 5 si sta attrezzando per copiare

Redazione Ore 12

Attacco a Israele, dietro le milizie la lunga mano dell’Iran

Redazione Ore 12

+++++E’ morto Eugenio Scalfari+++++

Redazione Ore 12